ANAIS HORN

La pratica di Anaïs Horn crea ambienti intimi, spesso site-specific, in cui narrazioni altamente personali – che siano autobiografiche, che esplorino il coming-of-age femminile e i riti di passaggio o che riflettano sulle biografie di figure storiche (femminili) – si trasformano in riflessioni generali sulla vita contemporanea e sul modo in cui i ricordi e le (sue) storie riverberano negli oggetti e negli spazi. Il suo lavoro intreccia fotografia, immagini in movimento e suono, testo, disegno e pittura con l’obiettivo di essere poetico e preciso allo stesso tempo. Le sue immagini prendono forma esplorando superfici e oggetti e spesso si trasformano in installazioni spaziali e libri d’artista (pubblicati da Meta/Books, Edition Camera Austria, DCV). Accanto alle narrazioni personali introduce elementi di illusione e mistero, cercando di collocare il suo lavoro in uno spazio intermedio.
Anaïs Horn, nata a Graz, AT, vive e lavora a Parigi, FR. Con un background in letteratura e design, si è diplomata alla Friedl Kubelka School for Fine Art Photography di Vienna nel 2015. È stata premiata con diverse borse di studio e soggiorni, come la Cité Internationale des Arts di Parigi (2017-2018, 2021) o l’ISCP di New York (2020, 2022). Nel 2022, insieme a Boah Kim, ha fondato la casa editrice Drama Books, Parigi. Nel 2023, insieme al suo partner Eilert Asmervik, ha fondato lo spazio espositivo pop-up gestito da artisti Cabanon nel suo studio parigino.