CHIARA PAGANO

Il suo lavoro si muove nell’intersezione tra performance, scrittura sperimentale e composizione musicale.

Occupandosi di corporeità e muovendosi nei territori della performance, del suono e degli studi queer, la sua ricerca riconsidera la memoria culturale e le politiche registrate a partire dalla metà del XX secolo, in particolare in Italia. Con particolare attenzione all’industrializzazione, alle relazioni di genere e alla cultura popolare, affronta le questioni del linguaggio, dell’archivio e della formazione dell’identità, sostenendo la creazione di contro-narrazioni e pratiche di auto-emancipazione.

Ha studiato al Dutch Art Institute (2020-2022, MA Art Praxis) e attualmente vive a Roma dove è membro di LOCALES.