CRIT #33

Questo è il trentatreesimo appuntamento dei CRITS! La partecipazione come pubblico all’evento è aperta a tutt*

Un CRIT è un incontro in cui gli artisti presentano il loro lavoro, “offrendolo” a una critica collettiva. Il pubblico dei CRIT ha il mandato di porsi in osservazione, cercando di calarsi il più possibile dentro il lavoro che viene presentato. L’artista introduce brevemente il lavoro o progetto che ha scelto, dopodiché la discussione viene orientata dagli interventi dei presenti, che espongono il loro punto di vista sul lavoro, facendo commenti o domande e innescando un dialogo con l’artista. Il nucleo del CRIT infatti è lo scambio tra artista e pubblico: I CRITS hanno il valore di un rituale collettivo, e possono diventare occasioni per negoziare valori e significati condivisi.

I CRITS si fondano sull’idea che la riflessione con un gruppo di “pari” può potenziare la pratica dell’artista, portando un grado di oggettività nella dinamica altamente soggettiva del processo creativo privato. Fare arte è spesso una ricerca solitaria, e a volte può essere difficile per un artista valutare se il proprio lavoro è sulla giusta strada, se il modo in cui sta procedendo lo sta avvicinando agli obiettivi prefissi. Il CRIT è per l’artista un’opportunità per comprendere meglio la propria pratica artistica, il proprio lavoro e se stesso.

Durante i CRITS di CASTRO ogni artista avrà a disposizione una sessione di circa 45 minuti. L’effettivo svolgimento della giornata sarà flessibile e si adatterà alle varie discussioni in corso. Vi invitiamo a rimanere per l’intera durata delle presentazioni.

Data: Martedì 30 gennaio 2024

h 18.30 – 20.30

Luogo: CASTRO, Vicolo dell’Atleta, 21

Gli artisti che presenteranno sono:  

Giulia Crivellario

Aaron Ford

Il CRIT è parte del Progetto vincitore dell’Avviso Pubblico “Raccolta di Proposte progettuali per la realizzazione di eventi, manifestazioni, iniziative e progetti di interesse per l’Amministrazione capitolina di rilevanza cittadina” promosso da Roma Capitale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.